Impianti Antifurto: quale tipologia scegliere

Scegliere un dispositivo di allarme sicuro ormai è una priorità. Con l’arrivo dell’estate, molti partono per lunghi periodi di vacanza e lasciano le proprie abitazioni incustodite. Proprio in questi giorni i furti aumentano.

I costi di un sistema di allarme sicuro sono molto abbordabili e protezione e sicurezza della casa è assicurata. Dunque non resta che scegliere il sistema di allarme che più s’addice alle vostre esigenze.

Tipologie di impianti di allarme per la casa

Impianti Antifurto: quale tipologia scegliere
Impianti d’allarme con fili: questa tipologia d’impianti con fili, o via cavo, sono costituiti da una rete di cavi elettrici che collegano varie componenti del sistema. L’impianto con fili è alimentato da un circuito elettrico a bassa tensione. Le installazioni, inoltre, non richiedono particolari lavori e difficoltose installazioni. Questo impianto d’allarme è molto sicuro e ideale per edifici in costruzione o da ristrutturare perché cosi si ammortizzano i costi per la foratura dei muri per il passaggio dei fili.

Impianto d’allarme senza fili oppure via radio o wirless: questo sistema è molto simile a quello via cavo, perché è composto da una centrale di allarme, rivelatori disposti nelle varie zone, dispositivo acustico (sirena) e combinatori telefonici per segnalare il furto alle forze dell’ordine. Per questo sistema però , non sono necessari i cavi perché le varie componenti dialogano tra loro grazie alle onde elettromagnetiche (via etere). Il sistema senza fili è alimentato da batterie a lunga durata che vi consentiranno il funzionamento anche durante lunghi blackout. Installazione veloce e costi molto bassi: il non passaggio di cavi permette di effettuare un installazione in tempi brevissimi e abbassare i costi perché non viene effettuata nessuna foratura nei muri.

Impianti d’allarme misti: misti perché parte dell’impianto viene installato tramite cavi, mentre l’altra parte no. La centralina è la parte che necessita l’utilizzo di cavi poiché alimentata con energia elettrica, mentre sensori e dispositivi dialogano tramite onde radio.

Impianti d’allarme integrati: sono i più sicuri che si possano trovare perché sono integrati nel progetto dell’abitazione o edificio e abbinano misure di protezione attiva e passiva. I dispositivi in questi casi si possono installare anche nella serratura della porta, pratica davvero sicura ed efficace contro qualsiasi furto.